fbpx

Qual è l’elemento distintivo della mia impresa? La prima domanda da porsi è proprio questa. Il successo dell’azienda dipende dalla strategia e una buona strategia inizia dalla comprensione del mercato e dei concorrenti. La fase successiva consiste nell’analisi del cliente, dei bisogni che generano la domanda e, solo successivamente, si può iniziare a definire la proposizione di valore ovvero, tornando all’inizio della nostra frase, perché il cliente sceglie la nostra impresa.

Dove si colloca la mia impresa? Chi sono i miei competitor e come agiscono? Quali opportunità di profitto potrei avere? In che direzione posso espandere il commercio dei miei prodotti o servizi? Servono dati e conoscenze per poter fare delle valutazioni al fine di creare un business che possa essere stabile ed in grado di consolidarsi nel tempo. L’analisi di mercato consiste nell’individuare elementi quantitativi e qualitativi che consentano all’imprenditore di comprendere il settore nel quale opera, capire la crescita o la decrescita attesa per gli anni a venire, raccogliere elementi per decidere se investire o meno in un mercato target, analizzare i trend di settore, le nuove tendenze, i cambiamenti nelle abitudini del cliente.

schema che rappresenta per step come arrivare alla soluzione vincente

Attraverso il marketing strategico si definisce il posizionamento del prodotto nel mercato-obiettivo, si determina il target di consumatori a cui offrire il prodotto e, infine, si procede alla segmentazione per creare gruppi omogenei.
La combinazione per un posizionamento efficace deriva dal saper unire beneficio razionale e beneficio emotivo: non è sufficiente creare un prodotto che funzioni in maniera eccellente, è necessario chiedersi se possa soddisfare un bisogno specifico conquistando il cuore e la mente dei clienti. Per essere scelti occorre distinguersi dalla concorrenza raccontando i propri punti di forza e descrivendo la brand essence del prodotto.

pianificare una strategia di marketing su una scrivania tumblr

Gli elementi essenziali del marketing mix sono ben riassunti nelle 4P:

  1. Prodotto;
  2. Prezzo;
  3. Promozione;
  4. Punto vendita.

 

Nel corso del tempo, le 4P sono state aggiornate nelle 4C:

  1. Consumatore;
  2. Costo;
  3. Comodità del consumatore;
  4. Comunicazione.

 

Ad oggi, il Professor Philip Kotler ha aggiornato l’intera versione proponendo le 7P:

  1. Prodotto;
  2. Prezzo;
  3. Promozione;
  4. Punto vendita;
  5. Persone;
  6. Processi;
  7.  Percezione fisica.
scrivania professionale ordinata con computer apple pronta per il business

Il piano di marketing aziendale è una guida per la direzione e coordinamento delle attività di marketing. Si suddivide in marketing strategico, che ha lo scopo di definire il mercato-obiettivo ed individuare le migliori opportunità di mercato e in marketing tattico, che si focalizza sull’analisi delle 4P del marketing mix.

la pianificazione di una strategia aziendale con schemi

Fare branding significa potenziare prodotti e servizi attraverso la forza di una marca. Una marca è in grado di creare distinzione, dando un’identità e veicolando uno stile di vita, un modo di essere dei consumatori. Il Brand che contraddistingue un’impresa è infatti molto più di un semplice logo: è una promessa fatta ai consumatori, è l’esperienza che si garantisce attraverso l’acquisto del prodotto, è ciò che spiega alle persone perché dovrebbero essere interessante ad acquistare un determinato prodotto.

idea vincente per la brand strategy

La comunicazione ha una duplice importanza: è fondamentale all’interno di un’azienda per organizzare e coordinare le attività e gestire i rapporti tra i lavoratori ed è indispensabile per rafforzare le relazioni tra l’azienda e l’ambiente esterno, costituito da stakeholder e consumatori. Una buona comunicazione non fornisce solo direttive o informazioni, ma sostiene i rapporti, sviluppa fiducia e conoscenza e trasmette credibilità accrescendo il valore aziendale.

In un’azienda, è necessario adottare una comunicazione integrata costituita da:

  • Comunicazione di marketing;
  • Comunicazione organizzativa;
  •  Comunicazione economico-finanziaria;
  • Comunicazione istituzionale.

 

Il tutto, deve essere gestito da piani di comunicazione volti a comunicare in maniera coordinata, consapevole, strategica e controllata, sviluppando immagini coerenti con la corporate identity e il posizionamento dell’azienda.

team aziendale che comunica per stabilire una strategia e raggiungere gli obiettivi

Meta nasce durante il Dottorato di Ricerca di uno dei Soci fondatori, il tema è: I beni immateriali nella valutazione d’azienda. La consulenza che offriamo a piccole e medie imprese dalla nostra costituzione, è integrata, perché permette di allineare tutte le funzioni aziendali: marketing, amministrazione, finanza aziendale, programmazione e controllo d’impresa, organizzazione ed innovazione. Solo attraverso la creazione del filo conduttore tra tutte queste funzioni, si possono raggiungere i risultati attesi.

Logo Meta 180x180

Il grafico sottostante, evidenzia il numero di imprese italiane per numero di addetti (Istat, 2016)

Risultati Economici Imprese Italiane

Il grafico sottostante, evidenzia il fatturato delle imprese italiane per numero di addetti (Istat, 2016)

Risultati Economici Imprese Italiane

“Il solo valore che la vostra impresa potrà mai creare deriva dai clienti, da quelli che avete oggi e da quelli che avrete in futuro” (Don Peppers e Martha Rogers). 

Dal grafico emerge chiaramente che le imprese che producono più valore aggiunto sono le grandi aziende che mettono i clienti prima di ogni cosa, cercando di capire come soddisfare le loro esigenze ed investendo sull’immagine del proprio brand per veicolare messaggi coerenti, in un’ottica condivisa dal target e della community.

Al giorno d’oggi, i clienti sono sempre più informati e hanno alte aspettative nei confronti delle aziende, pretendono di essere ascoltati e accontentati con offerte di valore eque e coerenti con le loro aspirazioni.

I prodotti vanno e vengono, ma se l’impresa ha reso la marca forte, in grado di stabilire solide relazioni con i clienti e capace di ottimizzare il valore percepito dei consumatori, sarà sempre capace di accrescere il proprio valore e, di conseguenza, i profitti.

Valore Aggiunto al Costo dei Fattori (.000€)
  • 0-9
  • 10-19
  • 20-49
  • 50-249
  • 250 e più